TRATTAMENTO CRANIOSACRALE (metodo Upledger)

Il massaggio cranio sacrale è una tecnica che l’operatore attua tramite un tocco leggero sulle ossa craniche e sulla colonna vertebrale di un soggetto, al fine di stabilire un contatto con il ritmo cranio sacrale della persona, per stimolarlo e assecondarlo.
La tecnica del massaggio cranio sacrale ruota attorno alla fluttuazione ritmica del liquido encefalorachidiano. Questo liquor è un fluido trasparente che permea l’intero sistema nervoso centrale mantenendolo in sospensione, proteggendolo, nutrendolo e contribuendo alla regolazione della pressione intracranica. Nonostante la dicitura ‘massaggio’, il massaggio cranio sacrale consiste in un tocco molto leggero, in grado di mettere l’operatore in sintonia con il ritmo del corpo, in silenzio, ascoltandone quasi il battito.
Mediante leggere manipolazioni, quasi impercettibili per il paziente, la tecnica del massaggio cranio sacrale è in grado di intervenire sull’intero organismo, tramite i collegamenti con il sistema cranio sacrale.

 

RIFLESSOLOGIA PLANTARE INTEGRATA

La riflessologia plantare è una pratica della cosiddetta medicina alternativa, che prevede la pressione e il massaggio della pianta dei piedi e del palmo delle mani, con lo scopo finale di alleviare determinati disturbi o patologie, aventi sede in altre parti del corpo.
Riflessologia PlantareIl concetto di fondo della riflessologia plantare è che, a determinate zone dei piedi e delle mani, corrispondano ben precisi organi, strutture nervose, articolazioni ecc.
Le teorie sul meccanismo di funzionamento della riflessologia plantare sono numerose, così come gli usi.
Tra le condizioni che i riflessologi ritengono di poter alleviare con uno dei loro trattamenti, rientrano: l’asma, le infezioni alle vie respiratorie, la cattiva digestione, l’emicrania, il dolore alla schiena, il dolore cronico

MASSAGGIO POSTURALE (metodo Raggi Pancafit)

Con il Metodo Pancafit® si agisce sulle catene muscolari, fasciali, connettivali e neurologiche che sono sempre tese, retratte o programmate secondo schemi alterati.
Questo metodo agisce direttamente su moltissime componenti fisiche della persona. Dopo aver fatto un’attenta e scrupolosa analisi anamnestica e posturale del paziente, si eseguono una serie di test posturali a scopo investigativo.
Tutti i dati che emergono concorrono alla formulazione di un’ipotesi il cui scopo è scoprire la causa primaria che sta alla base della patologia e, attraverso una mirata strategia e posture specifiche, con il massaggio si va ad agire sulle varie catene muscolari/fasciali/connettivali/neurologiche che mantengono il corpo imprigionato e soffocato nel dolore, nella rigidità o nelle inabilità.